Esperimento sulla dipendenza dallo smartphone In evidenza

Vivere senza cellulare è ancora possibile? Riusciamo a cavarcela senza telefono? Senza internet? Senza social?

Quanto siamo dipendenti e condizionati? Cos'è la dipendenza?

Le classi terze della secondaria di Porotto hanno voluto provare sulla loro pelle il grado di dipendenza da questo mezzo, consegnando coraggiosamente il cellulare e deponendolo a scuola, da lunedi 24 maggio a giovedi 27 maggio.

Durante le giornate si è discusso in classe dei sentimenti provati dagli allievi: le difficoltà incontrate, i cambiamenti vissuti durante la giornata, il grado di ansia e di gioia provata.

Ecco i contributi lasciati dagli allievi al termine dell'esperimento:

" Cose brutte: non sono riuscito a giocare a Clash Royale e a parlare con alcuni miei amici. Non avevo niente da fare. Cose belle: sono riuscito a riconnettermi con i miei genitori, ho scoperto che ho una famiglia ed anche una sorella!!! Ho avuto più tempo per studuare e recuperare le materie che avevo sotto"

"In questo esperimento scientifico ho capito che oggigiorno il telefono è diventato come una droga. in questi giorni mi sono sentita molto sola perchè non potevo comunicare con nessuno e spesso mi mettevo anche a piangere. Il lato positivo è che sono stata di più con la mia famiglia"

"No sapevo cosa fare... Uscita da scuola istintivamente mettevo la mano dentro la cartella ma il cellulare non c'era e io rimanevo malissimo! Però ho trovato più tempo per fare le tesine e ho dormito molto più del solito, perchè non sapevo cosa fare: non potevo andare su Instangram, Whatsapp, Musically, Whattpad e you-tube. Ne sono dipendente e non immagino la mia vita senza!"

"Senza telefono devo dire che ho avuto più tempo libero per stare con i miei genitori e con i miei amici e sono andato a letto prima. L'unica cosa negativa è che in certi casi avevo bisogno di telefonare, per risolvere dei problemi, ma non lo avevo."

"Giorno 1: ho avuto molta difficoltà su cosa fare senza telefono. Giorno 2: molta più libertà senza telefono, ero più tranquillo. Giorno 3: niente più paura, ero molto più felice senza telefono. Una cosa brutta è stata mettersi d'accordo sugli orari"

"Osservazioni del 2° giorno di terapia: credevo che questi giorni senza telefono sarebbero stati migliori di quello che effettivamente sono stati, Certo, molte cose sono migliori, come andare a letto presto e svegliarsi prima, però ci sono anche cose negative, come non aver nulla da fare, perchè in tv non c'è niente, la play non la uso spesso ecc... Vorrei uscire con i miei amici ma senza telefono non riesco a mettermi d'accordo. So che è una cosa brutta ma... è la prima volta in tutta la mia vita che ho voglia di andare a scuola (ma che sia ben chiaro ch è solo per vedere i miei amici!). ps: attendo con ansia che mi sia restituito il telefono!!!"

"L'esperimento del telefono mi è piaciuto molto anche se per un episodio poco piacevole avrei voluto averlo con me. Grazie all'assenza del telefono sono stata tre giorni senza preoccupazioni e ho anche sentita di la mancanza di un fratello, che da molto tempo ha tagliato i ponti con me, ponedno fra di noi un confine di indifferenza. Ho capito che senza telefono il mio umore è molto migliorato perchè quando ho il telefono sono nervosa e distaccata. Sono riuscita ad andare più d'accordo con i miei genitori. Infine concludo dicendo che senza telefono mi sono trovata benissimo ma un altro esperimento di questo tipo non lo rifarei mai!"

"Non sono stata male per l'assenza del telefono, ma il primo giorno l'ho sistematicamente cercato (senza risultato). Non ho notato aspetti negativi, ho visto solo che andavo a dormire più tardi per leggere."

"Oggi è il primo giorno senza telefono, non ne sento la mancanza, mi sento come sempre e non mi dispiace. Senza il telefono sono uscito di più e ho giocato a calcio nel mio cortile. Mi è mancato un po' internet perchè volevo vedere se c'erano delle partite di calcio importanti. Senza cellulare mi sono sentito più libero e senza troppi pensieri. Questo esperimento mi è piaciuto e non l'avevo mai fatto"

"Ho sentito l'assenza del telefono principalmente nei momenti liberi. Ho sentito la mancanza dei messaggi, del chattare con gli amici, ma soprattutto di youtube. Dei social invece non ho sentito molto la mancanza. Nello studio ho avuto modo di concentrarmi di più senza avere distrazioni, sono andata a letto prima quindi ho recuperato qualche ora di sonno e ho avuto un po' più di tempo libero per me."

"Questo esperimento mi è piaciuto molto perchè ho capito che si può vivere anche senza telefono e sono stata benissimo perchè non avevo la costante ansia di dover rispondere a qualcuno e inoltre sono riuscita a fare più compiti e dormire di più"

"Gli aspetti positivi di stare senza telefono sono stati: sono andata a letto prima; ho avuto più tempo per studiare; ho aiutato mia madre in casa; ho socializzato di più con i miei amici; di mattina mi preparavo più in fretta. Gli aspetti negativi sono stati: non sapevo cosa fare mentre aspettavo l'autobus"

"Senza telefono sono stata male, la mia vita faceva schifo, ero sola. In quei giorni mi sentivo persa. La mia preoccupazione era di non riuscire a stalkerare Harry, Dybala, Marcus e Martinus. Se pubblicavano foto io non ero lì a guardarle e a mettere like. Però ho fiito di leggere after e ho ascoltato la musica. Stavo morendo. Ora che ho il telefono sto benissimo. Quei giorni non finivano mai, erano troppo lunghi.

 Concludiamo con questo video video, un po' deprimente e inquietante, che descrive alcune situazioni che purtroppo si vedono sempre più spesso.

https://www.youtube.com/watch?v=VASywEuqFd8

L'esperimento è sicuramente da ripetere, magari provando ad arrivare alla durata di una settimana. Per ora i ragazzi non se la sentono di affrontare così tanti giorni di astinenza.

L'insegnante, Giovanna Foddis

Letto 532 volte Ultima modifica il Lunedì, 05 Giugno 2017 16:21